Quello della “ casetta dell’acqua” presso il parcheggio di villa Tomassini è un argomento da noi già trattato dopo che l’assessore Zappone ne annunciò l’istallazione definendola “servizio utile per i cittadini e di concreta sostenibilità ambientale” in relazione al “percorso “Plastic Free del nostro Comune” iniziato da circa due anni seguendo (a modo proprio) le linee guida dettate dal Ministero dell’Ambiente.

Come facemmo notare nel nostro articolo precedente, il percorso intrapreso dal Comune di Terracina ha già avuto un inizio discutibile essendo scaturito da una decisione di Giunta Comunale senza prima passare da una programmazione e pianificazione più completa ed onnicomprensiva proveniente dal Consiglio Comunale e limitando in tal modo la portata dell’iniziativa.

Inoltre si è fatto passare il messaggio fuorviante che le borracce distribuite dalla casetta, pagate dal Comune 10.000 euro, soldi provenienti dalle tasse pagate da noi contribuenti, siano gratuite. Come non Leggi tutto >>