Le Nostre Battaglie

Diario di bordo delle nostre attività, iniziative, proteste, proposte.

Un’amministrazione INAGIBILE!!!

0

Troppo spesso ci si lamenta della burocrazia, della sua lentezza, della sua complessità e spesso si  tende a pensare che le motivazioni siano dovute ai numerosi passaggi amministrativi.

Un metodo  risolutivo molto gettonato nella nostra amministrazione è l’eliminazione di tutte quelle procedure nate per garantire la  correttezza amministrativa e la tutela dei diritti pubblici. Così facendo però, ci si espone ad  un’illegalità diffusa di carattere puramente egoistico che, certo in linea con il comportamento  sociale attuale, resta di sicuro un metodo pericoloso.

In realtà la cosa sarebbe semplice da risolvere.

Formazione dei dipendenti, riorganizzazione amministrativa volta all’efficienza e, cosa  possibile ma nessuno ha mai il coraggio di fare, sospensione e nei casi più gravi  licenziamento dei dipendenti infedeli, non al padrone politico di turno, come avviene oggi,  ma infedeli al ruolo ricoperto di tutela dei beni, materiali ed immateriali, pubblici.

A questa riflessione è facile Leggi tutto >>

No ai distacchi idrici: lettera alla Ocello

0

Una delle 5 stelle, principio fondante del MoVimento, è la tutela del diritto all’acqua.

Il MoVimento 5 Stelle è stata l’unica forza politica ad essere convinto sostenitore dei referendum del giugno 2011. Le altre forze politiche di destra e di sinistra e rispettivi centri, hanno optato per silenzi imbarazzanti veicolati da società private o partecipate in cui gli stessi politici occupano posti di potere.

L’accesso all’acqua è un diritto fondamentale dell’uomo e per questo va tutelato. Come va tutelata la qualità di questa ricchezza e la possibilità d’accesso ad una quantità adeguata per una vita dignitosa.

Il principi di efficienza, efficacia, economicità e pubblicità sono stabiliti per legge (D.Lgs 152/2006) e questo permette al gestore di richiedere il giusto corrispettivo per operare in tal senso. Ma nulla deve ostacolare l’approvvigionamento d’acqua ad alcun cittadino.

Negli ultimi anni il costo d’approvvigionamento è costantemente aumentato e le categorie sociali più deboli Leggi tutto >>

Io so Io e Voi non siete un C…

1

Apprendiamo dalla “Santa Stampa” che la Commisaria Ocello avrebbe approvato uno schema di protocollo di intesa con Soprintendenza Belle Arti, Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro del Ministero e L’Accademia Nazionale di San Luca per la realizzazione all’interno di Palazzo Braschi di un centro di ricerca, sperimentazione e formazione per il restauro, nonchè centro espositivo e di promozione e gestione turistica integrata, (Yeahhh!) E brava commissaria!

I politici locali all’unanimità stanno elogiando l’iniziativa rivendicandone addirittura la paternità o maternità (per parità dei sessi). Ma a noi come al solito sorgono spontanee delle domande.

Ma sulla base di cosa?

Di quale progetto?

Chi l’ha redatto?

Basandosi su quali studi?

Per quali motivazioni?

Nessuno ha informato la Commissaria della delibera di Consiglio Comunale n°20705/88 sulla destinazione d’uso del palazzo che riceve dalla Regione Lazio ben 4 miliardi di lire? Troppo vecchia? Allora potrebbero informarla Leggi tutto >>

Sportello Agricolo di Borgo Hermada: qualcuno lo vuole chiuso

0

E’ datato 20 luglio 2015 l’atto di risposta dell’assessore, con delega all’Agricoltura, Sonia Ricci, alla interrogazione sullo stato della riapertura dello Sportello Agricolo di Zona (SAZ) di Borgo Hermada, firmata dalle consigliere Gaia Pernarella e Silvana de Nicolò.

L’interrogazione in questione, presentata lo scorso 3 marzo 2014, metteva in evidenza la difficoltà degli agricoltori del comune di Terracina e zone limitrofe, di usufruire dei servizi che la regione mette a disposizione, come la compilazione del fascicolo aziendale. Gli agricoltori sono costretti, onde evitare di rivolgersi a soggetti privati o sindacati, a raggiungere gli uffici di Fondi o Latina. Un disservizio che subiscono solo le aziende delle zone di Terracina, Sabaudia, San Felice Circeo, ovvero di parte di quello che viene definito “il triangolo d’oro dell’agricoltura” dove insistono oltre 8 mila aziende agricole, che si sono viste chiudere progressivamente tutti gli uffici regionali. Problema che le altre Leggi tutto >>

Deposito Cauzionale: interrogazione sugli indebiti aumenti di Acqualatina

1

Ieri 25 Febbraio 2015, la consigliera Gaia Pernarella del M5S Lazio ha depositato un’interrogazione urgente a risposta scritta in merito agli aumenti dei depositi cauzionali da parte dell’A.T.O. 4 per il Lazio Meridionale e al rincaro delle bollette.

In particolare la Pernarella dichiara: “Con questa interrogazione chiediamo a Zingaretti e Refrigeri di essere informati su eventuali iniziative a difesa degli interessi degli utenti del servizio idrico integrato con riferimento all’A.T.O. 4, che hanno visto indebiti aumenti dei depositi cauzionali disposti da Acqualatina S.p.A. con conseguente indebito aumento delle bollette. Acqualatina ha un sistema di fatturazione poco trasparente e si è dotata di una carta dei servizi che, apparentemente, non è a norma di legge. Gli abitanti della provincia di Latina non possono continuare a pagare per aumenti indebiti senza che l’amministrazione intervenga, spero che questo atto sia uno stimolo alla tutela di consumatori esasperati, da parte della Leggi tutto >>

L’Assessore conferma: Tempio di Giove… tutto irregolare

1

Oggi 18 Febbraio 2015, in discussione al Consiglio Regionale l’interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle sulla gestione del Tempio di Giove Anxur ad oggi affidato alla MUNUS s.r.l. dal Comune di Terracina.

L’assessore all’ambiente Refrigeri conferma la tesi del Movimento 5 Stelle. Dichirando: “allo stato degli atti il Monumento Naturale Giove Anxur è gestito dal Ente Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi” e chiede una azione ispettiva per una ulteriore elemento di istruttoria per definire se gli elementi di conferimento a terzi hanno fondamento.

Dunque anche dal Consiglio Regionale arriva la riconferma della incapacità dei nostri attuali amministratori. Invitiamo i nostri lettori ad ascoltare la discussione avvenuta in consiglio che pubblichiamo interamente.

Di seguito la Consigliera Gaia Pernarella sulla questione:

La risposta dell’Assessore Regionale all’Ambiente Refrigeri:

Nota conclusiva della Pernarella

Tempio di Giove: la gestione all’ombra di tangentopoli

2

Depositata ufficialmente il 13 febbraio l’interrogazione a risposta immediata in consiglio regionale da parte dei consiglieri del Movimento 5 Stelle Gaia Pernarella e David Porrello. Si interroga il Presidente Zingaretti, l’Assessore all’ambiente Refrigeri e l’assessore alle politiche del Bilancio patrimonio e demanio Sartore per chiarire quale sia l’ente preposto alla gestione del Tempio di Giove Anxur.

L’amministrazione comunale ha competenza su tale gestione? Gli affidamenti, prima alla Azienda Speciale e poi alla Società Munus, sono regolari?

E’ questo che i consiglieri del Movimento 5 Stelle e molti concittadini si chiedono, visto che la legge regionale che ha istituito il Parco Regionale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, nonchè l’ente per la gestione di questo parco, (L.R. 21/2008) impone la cessazione di tutte le forme di gestione degli enti comunali.

Dunque a quale titolo il comune di Terracina ha affidato la gestione ad una società privata: la MUNUS s.r.l. Leggi tutto >>

Via delle Mura Antiche: chiesti chiarimenti sugli abusi in corso

0

Presentata oggi (11/02/2015) dalla Consigliera Regionale Gaia Pernarella una interrogazione che riguarda la pessima tutela del patrimonio archeologico nel comune di Terracina.

Trattasi di una questione che riguarda Via delle Mura Antiche, dove sono pervenute, da parte di comitati, associazioni e singoli cittadini, diverse segnalazioni di abusi edilizi compiuti a danno del patrimonio archeologico.

La realizzazione di opere abusive, quali un cancello a chiusura della strada ed un parcheggio,  risulta aver danneggiato importanti strutture archeologiche di una villa romana del I sec. a.C. e dato vita ad un procedimento giudiziario nei confronti del privato, tuttora in corso.

Il comune di Terracina, in questa vicenda risulta aver rilasciato un atto autorizzatovo (n. 6555 dell’11/11/2014) per l’installazione del cancello a chiusura della strada, senza il nulla osta della Sopraintendenza dei Beni Archeologici.

Tale atto dichiara inoltre che Via delle Mura Antiche sia privata e non di Leggi tutto >>

Il miracolo della raccolta differenziata

0

Ma mi faccia il piacere!!! Così rispondeva la marionetta Totò all’Onorevole Trombetta. E così dovrebbero urlare i cittadini terracinesi ogni qualvolta il sindaco, assessori e delegati vari e appaltatori parlano di rifiuti.

Si perché le cronache riportano dichiarazioni mirabolanti sui risultati ottenuti sulla raccolta differenziata locale da parte di tutti. Queste dichiarazioni sono solo spot pubblicitari perché si scopre, solo grazie ad Agenda21, che i dati ufficiali trasmessi dallo stesso comune agli enti superiori sono differenti.

Soffermandoci solo sulla percentuale di raccolta differenziata eseguita su tutto il territorio comunale risulta che a Terracina si attesta al 32,9%.

Ma come, l’assessore all’ambiente Minutillo ed il consigliere delegato Caringi ci avevano detto a novembre 2014: “Oggi possiamo comunicare con soddisfazione che il Sistema di Raccolta Differenziata ha raggiunto una percentuale di circa il 50% su tutto il territorio, un risultato tanto entusiasmante quanto Leggi tutto >>

La grande distribuzione energetica uccide le PMI

1

In questi giorni siamo “aggrediti” da una campagna pubblicitaria martellante da parte di Eni, la più importante azienda energetica, partecipata per circa il 20% dallo Stato. Attraverso frequenti spot televisivi o pagine sui quotidiani viene promozionata la sostituzione della caldaia a gas e la sua successiva manutenzione, a costi decisamente irrisori.

Terracina è da meno. Anche qui ci vengono segnalati comportamenti che rasentano i margini della legalità, che definire commercialmente aggressivi risulta essere un eufemismo. Il venditore suona il campanello di casa e dice di essere dipendente della società di distribuzione e vendita di energia e chiede in modo imperativo di poter vedere la bolletta. Prospetta fantomatici risparmi, non prima però di aver notificato al malcapitato utente che la caldaia non è a norma e va cambiata. Naturalmente acquistando da loro una caldaia nuova e pagandola in “comode” rate direttamente nella bolletta qualora il cliente stesso lo decida. Inoltre Leggi tutto >>