Gaia Pernarella

Gaia Pernarella

(0 commenti, 6 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Articoli di Gaia Pernarella

Caro Zingaretti ho qualche domanda per te

0

Apprendo dai giornali che oggi il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, accompagnato dall’assessore alle politiche sociali Rita Visini e dal mio collega Consigliere, Enrico Forte, saranno a Terracina ospiti della giornata organizzata da Rete Solidale.

Apprendo anche che il dibattito prevede l’intervento del presidente dellOsservatorio regionale per la sicurezza e la legalità, Gianpiero Cioffredi. Ora, non credo sia il caso di apparire non invitata all’evento sotto le sembianze della strega cattiva della ‘Bella addormentata nel bosco’, ma qualcuno potrebbe provare a chiedere al presidente o a qualcuno del suo bell’entourege come siano giustificabili queste nomine?

1) Ilde Coiro – Nominata Direttore Ospedale San Giovanni a Roma, è stata condannata dalla Corte dei conti per danno erariale (sentenza n. 567/2012) per € 300.000 (vedi articolo)

2) Luca Fegatelli arrestato per associazioni a delinquere (ora agli arresti domiciliari) aveva ben 10 incarichi come vedi in questo Leggi tutto >>

La tutela improvvisata…

0

Recentemente abbiamo appreso la volontà di continuare un progetto di ripascimento iniziato nei lontani anni ’80.

Spesso parliamo di programmazione e progettazione lungimirante, ma ciò non significa che, qualora cambino gli scenari, non si debba rimodulare il progetto iniziale.

Sembra che questo stia avvenendo per la costa di Terracina ed i suoi fondali.

Scampati ai pennelli perpendicolari alla linea di costa, ma non ad un disastroso ripascimento che ha modificato la natura della nostra spiaggia, pare che oggi si voglia intervenire con il posizionamento di una barriera di sacchi sui fondali per creare le condizioni di calma necessaria al deposito delle sabbie trasportate dalle correnti o quantomeno evitare che esse continuino l’erosione.

Peccato che dal 2002 sui fondali antistanti Terracina sia stato istituito un SIC (Sito di Importanza Comunitaria) per la sua natura di conformazione litologica e per la varietà floro/faunistica presente nei nostri fondali.

Alla suddetta istituzione del Leggi tutto >>

A suon di comunicati…

1

Questa mattina con sorpresa ho letto uno, ma che dico, due, macchè, tre articoli che riportano un comunicato stampa del consigliere comunale Francesco Zicchieri, almeno da quanto si è capito.

Sul comunicato mi si accusa di aver sferzato un attacco violento al Consigliere Pino Simeone.

Peccato che l’articolo non l’abbia scritto io, ma un giornalista di Latina Oggi, e non dopo un comunicato stampa, ma con le informazioni reperibili facilmente dal sito della Regione Lazio.

Non capisco. L’accusa che mi si muove, è di aver fatto risparmiare alla Regione Lazio 150 mila euro che sarebbero usciti dalle casse ingiustificatamente?

Ad ogni modo, per trasparenza, chiarezza e rispetto nei confronti dei lettori, a questo link si riporta il testo relativo al famoso ordine del giorno con la raccomandazione di leggerlo attentamente e capire se l’italiano non sia diventato un’opinione…

 

Le due facce dell’appalto dei rifiuti

1

Ieri (18/06/2013) si è svolto l’incontro tra i promotori della petizione che chiede l’annullamento dell’appalto dei rifiuti ed il Sindaco. Presenti  anche gli assessori della  cosiddetta “giunta civica”, tra cui il neo assessore all’ambiente, professor Emilio Selvaggi, noto per le sue battaglie nel WWF di Terracina, ed oggi passato, per così dire, dall’altra sponda.

Per meglio intenderci, fino ad una settimana fà, l’emerito rappresentante locale dell’associazione ambientalista, che vanta tra le sue battaglie proprio la petizione in questione, lotta per l’annullamento della gara. Oggi, quella stessa persona, è parte integrante della giunta ed ha, ovviamente, la delega all’ambiente e forse, colto da amnesia, ignora la volontà di migliaia di cittadini e difende, anche nel merito quello stesso bando che fino a ieri osteggiava.

Non so voi, ma come cittadino, mi sento un tantino preso per i fondelli…

Siamo d’accordo sul fatto che la responsabilità della redazione dell’atto non sia Leggi tutto >>

Trasparenza e MoVimento 5 Stelle

1

Noi 5 stelle della provincia pontina dopo l’impegnativa campagna elettorale che ha portato dei nostri portavoce in regione e in Parlamento, abbiamo colto anche la sfida delle amministrative in una delle città più rappresentative  della Provincia. Formia ha espresso una lista  ed un candidato sindaco, Paolo Costa di comprovato impegno ed amore per le istituzioni ed il territorio, a cui va tutta la nostra stima ed il nostro sostegno, certi del fatto che il suo gruppo incarni nella maniera più adatta i principi e le idee del 5 Stelle. A tutti loro auguriamo di replicare il largo sostegno che il territorio ha voluto già accordarci in passato in termini di voti e di partecipazione.

Come in ogni campagna elettorale che si rispetti, non sono però certo mancate delle difficoltà. La nostra provincia si è trovata infatti ad affrontare per la prima volta  da quando il moVimento è realtà, situazioni che hanno rischiato di minare quei principi secondo i quali da noi si  lavora ormai da Leggi tutto >>

Tu tu, risponde la segreteria di Pernarella

1

Come portavoce del gruppo provinciale del Movimento 5 Stelle, ringrazio tutti i cittadini che hanno avuto fiducia nel progetto al quale i gruppi territoriali lavorano ormai da tempo e che speriamo vogliano offrire il proprio contributo alla proposta politica rappresentata dal nostro programma elettorale.

Ringrazio inoltre, per dovere istituzionale, i rappresentanti politici dei vari schieramenti, i presidenti delle diverse associazioni di categoria ed i comitati cittadini che hanno espresso le loro congratulazioni per la mia elezione. A tutti tengo comunque a ricordare e ribadire il mio ruolo di portavoce, ruolo che spero darà al maggior numero di cittadini la possibilità di partecipare attivamente alla gestione della cosa pubblica.  In tal senso è nelle intenzioni dei rappresentanti del Movimento sollecitare ad un più attento ascolto delle istanze della cittadinanza e ad un ricorso sempre maggiore alle competenze presenti sui vari territori.

Non è mai stata nostra intenzione Leggi tutto >>

Rifiuti in discarica? Ma anche no!

1

La notizia in questi giorni imperversa sulle pagine dei quotidiani; Il Tar del Lazio boccia il piano rifiuti approvato in forma definitiva dalla giunta Polverini nel gennaio 2012 perché in contraddizione alle normative comunitarie. Intanto il ministro Clini tenta il colpaccio approvando un decreto volto a smaltire i rifiuti della capitale nelle discariche in giro per la regione, alimentando l'ennesimo vespaio di proteste nelle province.

Tra Decreti Ministeriali, sentenze del TAR e ricorsi al Consiglio di Stato, il tema dei rifiuti e del loro corretto smaltimento risulta quanto mai scottante.

In questo intricato scenario si inserisce la storia del centro di trattamento dei rifiuti di Morelle. L'impianto, sito nel comune di Terracina, apre i battenti nel 1976 ed è considerato un fiore all'occhiello per tecnologia e innovazione. Negli anni viene ampliato e potenziato grazie a fondi comunali e regionali, l'ultimo ammodernamento iniziato nel 2001 e concluso con il collaudo del 2003 costa Leggi tutto >>

A Terracina se non hai la grana non conti un c…o (BIP)

2

"È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese."

Così recita l'art. 3 comma 2 della Costituzione della Repubblica Italiana. Tuttavia di ostacoli di ordine economico che limitano la partecipazione politica li abbiamo incontrati anche nel nostro ridente e soleggiato comune. Ci siamo resi conto che i cittadini, senza una iniziale copertura economica non possono effettivamente partecipare all'organizzazione politica del proprio paese.

Per poter raccogliere le firme necessarie alla presentazione della lista provinciale e concorrere alle elezioni regionali è necessario raccogliere un predeterminato numero di firme. Da questo onere, vengono però esonerate le forze politiche che già possono sedersi, anzi "aggrapparsi" alle poltrone Leggi tutto >>

L’homo politicus (e l’antipoliticus)

0

I mass media in questo periodo non nascondono che in italia esiste un grave problema; l' "antipolitica". E' una priorità assoluta, dobbiamo fermarla, bloccarla, sabotarla.

Sta quindi nascendo una nuova categoria che si affianca a quella dell' "homo politicus" ovvero; l' "antipoliticus".

Proverò ora a descrivere le caratteristiche di alcuni esemplari presenti nel nostro comune.

L'esemplare preso in considerazione per definire il "politicus" è proprietario di una televisione locale, ed è sceso in campo. Accolto dalla Polverini si  presenta come consigliere alle scorse regionali. Eletto per finta (nel senso che hanno fatto male i conti) diventa consigliere regionale per un paio di mesi. Poi però si  trova inaspettatamente senza poltrona e la Befanona deve fargli il regalino di un piccolo vitalizio di 3.000 euro al mese. Altrimenti dovre dovrebbe poggiare il suo sedere?

E non finisce  qui, nel frattempo, ancora inappagato, tenta il colpaccio  alle comunali di Terracina, ma ahimè non Leggi tutto >>

A furor di popolo

0

[tubepress video=_4JcEyUU6Es]

Agricoltori, artigiani, studenti, operai e pensionati: sono queste le categorie scese in strada, nessuna bandiera ammessa tranne il tricolore. E' la protesta organizzata dagli agricoltori del CRA (Comitati Agricoli Riuniti) e dell'associazione Dignità Sociale, protesta che non ha avuto una connotazione settoriale, sono molti infatti i cittadini di diverse categorie sociali a prendervi parte.

La manifestazione si è svolta dall'8 al 13 ottobre 2012, in diverse aree della Pianura Pontina, estendendosi anche a livello nazionale. Noi abbiamo visitato il presidio di Terracina, situato presso la piazzola ex-Desco e incontrato Danilo Calvani, che ci ha spiegato le ragioni della protesta.

Sembra che gli italiani non  scendano in piazza solo per l'iPhone, ed anche se la mobilitazione non è ai livelli di quella greca o spagnola, i sentimenti che la animano sono  gli stessi. La voglia di riscatto da questa classe politica che ci ha ridotti all'osso si respira anche Leggi tutto >>

Gaia Pernarella's RSS Feed
Torna all'inizio