Da più di quindici giorni, ormai, assistiamo prima ad analisi mediatiche del voto europeo ed ora di quello amministrativo di alcuni Comuni italiani, delle conseguenti ripercussioni delle scelte di adesione a questo o quel gruppo parlamentare di Partiti e Movimenti. Sembra essere ormai la priorità sulla scena politica italiana e, a quanto pare, locale …

Partiti consci, ormai, della propria debolezza e non rappresentatività del territorio oppure disposti ad analizzare la propria vittoria e l’altrui sconfitta dedicando ampio spazio a presunti confronti con la cittadinanza e gli sconfitti. E tutto ciò in una calma apparente che li porta ad “aprire le porte delle loro sedi alle associazioni,ai cittadini, al M5S”.

APRIRE, quindi, porte finora rimaste chiuse, a nascondere l’inconfessabile e ciò che poteva essere condiviso solo tra pochi, tra i presenti. Improvvisamente nasce l’esigenza di condividere, di avere scambi con la base … di scimmiottare qualcosa che già esiste!

Eh già! Un Leggi tutto >>