Noi ce la ricordiamo bene l’inaugurazione della Casa della Cultura Popolare Terracinese ‘Gigi Nofi’ presso la Torre degli Acso, gioiello di rilevanza archeologica, nel cuore del centro storico alto della città. “Una giornata importantissima…”, sostenevano, “forse addirittura cruciale per capire che ruolo giochi in questa città la cultura con la ‘c’ maiuscola. …” E CHE CULTURA!

L’inizio  è  stato buono”, dicevano, “ora c’è  bisogno di lungimiranza…”                       … Acso che lungimiranza!

E infatti oggi l’attuale amministrazione comunale, erede naturale ed in totale continuità con  quella precedente e con la stessa bandierina, si trova a dover fare i conti con il gestire un’ ordinanza di sgombero, poiché l’amministrazione precedente, aveva dato in comodato d’uso tale Casa della  Cultura ad una sedicente onlus col vestito da istituto nautico. 

Questa vicenda fa emergere ancora una volta la scarsa capacità  di questi politicanti a gestire i beni pubblici. Eppure le scarse garanzie e la poca credibilità di quell’ istituto nautico erano facilmente riscontrabili

Nonostante questo sono andati avanti, danneggiando in questo modo  i cittadini che a tutt’oggi si vedono privati della ulteriore possibilità  di poter usufruire di un bene storico.

Senza tralasciare poi il danno economico, se pensiamo che questo edificio è stato oggetto in passato di finanziamenti pubblici per il suo restauro.  Chi ci assicura che in questi anni, essendo venuta a mancare la manutenzione ordinaria, non ci sia da aggiungere alla beffa anche i danni ?

Le domande che sorgono spontanee sono numerose, ma una su tutte ci martella ….

Ma quando, questi politicanti ne farànno una, diciamo una, buona . ?

Stay tuned