Archivio di Agosto, 2020

Incendi boschivi e l’inettitudine dell’amministrazione comunale

0

Il nostro candidato Sindaco Piero Vanni ha già espresso la nostra posizione sulla questione degli incendi boschivi, ma è nostra abitudine approfondire la tematica a prescindere dalle dichiarazioni della campagna elettorale in corso.

Ribadiamo l’incapacità della pubblica amministrazione di fronteggiare adeguatamente un problema la cui escalation distruttiva sta innescando un processo di degradazione dell’intero ecosistema, proprio ora che, con la crisi climatica in atto, abbiamo bisogno più che mai del patrimonio naturale.

Dopo anni di (mal) governo, l’unica abilità di questa amministrazione è la declamazione strombazzante ed inconsistente del… nulla, vista la stagnazione, o, meglio ancora, il peggioramento della situazione generale.

Nel caso specifico, sono ben quattro anni che denunciamo alla pubblica opinione la grave carenza di un piano a tutto tondo di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi. Ma, ribadiamo, allora come oggi, l’unica Leggi tutto >>

Incendi boschivi: l’intervento di Piero Vanni

0

“Ciao a tutti, ho visto un video che hanno girato i candidati consiglieri della mia lista, e devo dire che guardandolo mi si stringe il cuore.

Vedere tutta quella natura andata in fumo per colpa dell’uomo, mi lascia senza parole, mi porta indietro e mi fa ricordare il tornado che ci ha colpito tempo fa.

Questi eventi sono collegati tra di loro, l’ecosistema ha bisogno della vegetazione, degli alberi e toccando questo equilibrio diventa inevitabile l’esposizione a fenomeni violenti.

Già nell’estate 2017 un vasto rogo interessò per giorni le nostre montagne, che fanno parte di un importante parco naturale, quello dei monti ausoni, distruggendo una vasta macchia verde.

Sono trascorse diverse stagioni estive e nessun intervento di prevenzione è stato attuato. Questa è la prova che oggi nel 2020, a differenza di molte città italiane che si sono dotate di uno strumento importante quale il catasto incendi e delle linee guida per i terreni percorsi dal fuoco, la nostra Leggi tutto >>

Portualità, le proposte M5S

0

La storia della portualità terracinese è stata sempre oggetto di campagne elettorali e di promesse puntualmente disattese, progetti faraonici mai realizzati, assegnazioni demaniali clientelari e manutenzione delle stesse da “Terzo Mondo” e il risultato è sotto gli occhi di tutti: degrado, strutture demaniali pericolanti, abbandono, insabbiamento, assenza di strutture essenziali atte a ricevere e favorire il turismo da diporto,  banchine attrezzate, smaltimento acque reflue delle imbarcazioni, servizi igienici, strutture per i pescatori obsolete. 

La sue vicende ne sottolineano anche le gravi responsabilità  politiche.  Ormai certo è che lo stato di abbandono dell’area portuale sia da sempre un disegno da parte degli amministratori per permettere al privato o squalo di turno di impossessarsene  attraverso concessioni clientelari .

Le responsabilità personali e politiche, hanno come comune denominatore Il controllo delle concessioni, per il ripristino di tale controllo è Leggi tutto >>

FU… …SIO… …NEEEE!!!

0

Ebbene si! La compagine politica locale si palesa finalmente per quello che ha sempre voluto essere: la rincarnazione della DiCCi, quella con la “Di” e la “CCi” maiuscola.

Sempre pronta quando deve ad assecondare capricci dei propri cittadini. Movida free (per più gazebi sballo e drink under 18), Varianti free (per gli speculatori), Spiagge free (per i gestori), Panini free (per i propri alleati), Plastic free? Non quello no, faremmo fallire aziende e questo non si può fare!!!

Insomma, se serve consenso popolare la ricetta è, ed è sempre stata: fai ciò che vuoi, ci sono io a proteggerti, ma in cabina elettorale però…

Sembrerebbe essere un atteggiamento mafioso, più che politico. Scherziamo! A Terracina al massimo la mafia ci viene in vacanza a ballare sotto Pisco Montano ed il Tempio di “Giove” o a sparare sul lungomare.

Minimizzano l’ormai totale trasformazione delle attività economiche locali in LAVATRICI di denaro convinti che gli investimenti non abbiano “colore” Leggi tutto >>

Torna all'inizio