Abbiamo in mente un’idea di città dove il nostro patrimonio archeologico e paesaggistico viene esaltato da una cornice di verde pubblico adeguato.Rendere il nostro ambiente più sano e vivibile, arricchisce l’intera città, e lascia impresso un ottimo ricordo ai turisti che ci visitano e tornano a trovarci.Ma ancora una volta siamo costretti ad affrontare, nostro malgrado, l’argomento del verde pubblico di Terracina, questione di cui ci occupammo già in un articolo del 13 febbraio 2017 poiché, a fronte dei drammatici risvolti della crisi climatica in atto e dell’ esigenza di porvi rimedio rinverdendo il più possibile le città (e non solo), qui da noi si contrappone una sorta di perverso, insensato, dissennato e apparentemente inspiegabile accanimento contro le piante laddove vengono praticate potature troppo aggressive degli arbusti e le famigerate “capitozzature” dei pochi alberi rimasti. Tutto ciò nonostante gli appelli sempre più numerosi ed incalzanti del mondo scientifico e Leggi tutto >>