Archivio di Marzo, 2020

Pandemia Covid19 e il Centrodestra italiano

0

Da alcuni mesi a questa parte si è insediato nel nostro linguaggio quotidiano una parola nuova, COVID-19, un termine che fa paura, un qualcosa che al momento sembra essere molto più grande di noi e che in poco tempo, ha letteralmente stravolto il nostro quotidiano.

Stiamo parlando di un virus che appartiene alla famiglia dei “CoronaVirus” noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Sono virus RNA a filamento positivo, con aspetto simile a una corona al microscopio elettronico.

Le cellule bersaglio primarie sono quelle epiteliali del tratto respiratorio e gastrointestinale.

Oggi, in Italia, ci troviamo ad affrontare un nuovo ceppo di coronavirus che non era quindi mai stato precedentemente identificato nell’uomo se non nella città di  Wuhan, Cina, nel dicembre 2019.

La malattia Leggi tutto >>

Covid19 e “soffiatori”, a Terracina l’assurdo non ha limiti !

0

Mentre nelle comunità più civili le Amministrazioni provvedono a lavare le strade con detergenti ed igienizzanti, a Terracina si stanno usando i soffiatori che disperdono le polveri e tutto ciò che esse contengono …. Microrganismi compresi!

I soffiatori, questo strumento, assolutamente non adatto alla pulizia di strade e marciapiedi,.oltre a produrre gas di scarico e un rumore irritante discontinuo e protratto, generano, attraverso un forte getto d’aria nubi di fogliame, mozziconi di sigarette, cartacce, deiezioni canine, escrementi dei roditori, guano di uccelli, sostanze chimiche (tra cui metalli pesanti, pesticidi ed erbicidi), microrganismi e polveri di qualunque genere, PM10 e PM2,5. In particolare le polveri sottili inumidite di microgoccioline entrano più facilmente nei polmoni, esse potrebbero essere un ottimo veicolo per la diffusione del virus Covid19. Insomma sono tutte sostanze che, depositate al suolo, vengono restituite in modo invasivo al respiro di chiunque si Leggi tutto >>

Verde pubblico, pubblica vergogna!

0

Abbiamo in mente un’idea di città dove il nostro patrimonio archeologico e paesaggistico viene esaltato da una cornice di verde pubblico adeguato.Rendere il nostro ambiente più sano e vivibile, arricchisce l’intera città, e lascia impresso un ottimo ricordo ai turisti che ci visitano e tornano a trovarci.Ma ancora una volta siamo costretti ad affrontare, nostro malgrado, l’argomento del verde pubblico di Terracina, questione di cui ci occupammo già in un articolo del 13 febbraio 2017 poiché, a fronte dei drammatici risvolti della crisi climatica in atto e dell’ esigenza di porvi rimedio rinverdendo il più possibile le città (e non solo), qui da noi si contrappone una sorta di perverso, insensato, dissennato e apparentemente inspiegabile accanimento contro le piante laddove vengono praticate potature troppo aggressive degli arbusti e le famigerate “capitozzature” dei pochi alberi rimasti. Tutto ciò nonostante gli appelli sempre più numerosi ed incalzanti del mondo scientifico e Leggi tutto >>

Terracina “Città d’Arte” La proposta M5S

0

Il punto sulla situazione dei beni culturali della città

La facilità e la superficialità con le quali turismo, cultura e beni culturali vengono attualmente proposti sul nostro territorio lascia assai perplessi. Facile scrivere, facile parlare contro, facile negare: questo il ritornello di chi vuole far passare il dovuto quotidiano come alta amministrazione e la progettazione futura come frutto di menti “acute”. Nello specifico, basti osservare come nella gestione del Foro Emiliano ci si trovi nella più acclarata illegalità: prima ancora di entrare nell’area, dall’altezza di Piazza Domitilla, fa bella mostra di sé un cartello di divieto di transito, regolarmente sbeffeggiato non solo dai residenti, ma dagli stessi autoveicoli comunali, che tra l’altro fanno manovra sul lastricato forense.

La proposta indecente sarebbe chiedere ai cari dis-amministratori locali che si presentano con la medesima squadra perché si sa, a loro dire “squadra vincente non si cambia”, se Leggi tutto >>

Casetta dell’acqua: M5S, basta offendere l’intelligenza dei cittadini

0

La casetta dell’acqua sicuramente è un servizio per la cittadinanza oltre che uno strumento di promozione della sostenibilità. Rientra tra quelle misure volte a ridurre la plastica a partire dagli articoli monouso. Una sfida lanciata dal Ministro Sergio Costa ed estesa agli altri Ministeri e a tutte le istituzioni che devono dare il buon esempio per quanto riguarda i comportamenti virtuosi ed ogni cittadino deve fare la propria parte.

Un percorso che secondo noi visto l’interesse coinvolto, si sarebbe dovuto intraprendere in ambito di Consiglio Comunale. Mentre continua ad essere coinvolta solo la Giunta Comunale come se la tutela ambientale appartenesse solo a qualcuno.

Non si può fare propaganda elettorale con il tema della sostenibilità e cerchiamo di non coinvolgere in tutto questo chi è in regola con la TARI, che vorrebbe non essere preso in giro o quanto meno non essere strumentalizzato con la citazione del principio di premialità.

La premialità comporterebbe il Leggi tutto >>

Morelle, M5S: la proposta

0

(… dal letame nascono i fior …)

“Il Centro di raccolta di Morelle deve conservare la sua natura ospitando un piccolo centro di compostaggio aerobico, senza digestivi e produttori di energia, per il solo fabbisogno di Terracina e in minima parte di altri siti la cui frazione umida sia di qualità, comuni limitrofi con ottime percentuali di differenziata e mercati ortofrutticoli. Inoltre, le caratteristiche strutturali dell’impianto possono già ora permettere di attuare molti di quei progetti di economia circolare sperimentati con successo nel nord Italia e nord Europa che da anni hanno riconvertito i vecchi centri di raccolta in fabbriche di materiali con tanto di officine per il recupero e mercatini per il riciclo, generando un’offerta di lavoro specializzato ed innovativo, in Europa occupa centinaia di persone, creando un indotto virtuoso, offrendo un ulteriore servizio ai cittadini terracinesi che da anni chiedono una visione di comunità per il sito di Morelle. E non scelte Leggi tutto >>

Torna all'inizio