Lo scorso 24 Settembre  il delegato all’ambiente riferisce cautamente di un centro di compostaggio senza meglio definirne la tecnologia ipotizzata, ma facendo riferimento ad un bando della Provincia di Latina a cui il Comune avrebbe partecipato con il Consorzio del Sud Pontino. Una richiesta di interesse della Provincia , che ha aumentato a dismisura i nostri timori considerata la tipologia di impianto e le sue dimensioni che dovrebbero andare servire tutti e trentatré i comuni della provincia”. 

Considerato che, secondo noi, Il centro di raccolta di Morelle deve conservare la sua natura ospitando un piccolo centro di compostaggio aerobico, senza digestivi e produttori di energia, per il solo fabbisogno di Terracina e in minima parte di altri siti la cui frazione umida sia di qualità, comuni limitrofi con ottime percentuali di differenziata e mercati ortofrutticoli.

Domenica 20 Ottobre saremo in Piazza Garibaldi, dalle 10,00 alle 19,00 con un banchetto informativo per spiegare ai cittadini il rischio che comporterebbe sul territorio un ecomostro (Biogas) di tali dimensioni.

Invitiamo la cittadinanza a partecipare con lo scopo di informarsi.