La spiaggia libera: un antico e nuovo tormentone .

I primi di giugno abbiamo pubblicato un articolo titolato :”Liberiamo le spiagge”, denunciando l’assenza di regole  chiare sul litorale terracinese.

Il nostro intento era ed è quello di porre al centro del dibattito e dell’azione amministrativa comunale il tema della restituzione ai cittadini del godimento delle spiagge e del mare, contro le logiche dello sfruttamento, del saccheggio del demanio e della discutibile legittimità delle concessioni.

 Le spiagge sono un bene comune di appartenenza collettiva

In questi ultimi anni  il numero delle concessioni balneari  è cresciuto in misura esponenziale e il rischio è che,  in assenza di controlli, come avvenuto sino ad oggi, si continui in una corsa ad occupare ogni metro di spiaggia con stabilimenti, tanto da rendere la nostra costa privatizzata, mentre le spiagge sono di tutti. In ballo ci sono  interessi economici, un bacino di voti non indifferente,.grandi profitti Leggi tutto >>