Archivio di Agosto, 2019

Spiagge Libere: per concludere

0

Anche quest’anno l’estate volge al termine e come volevasi dimostrare nulla è cambiato. Gli articoli… le polemiche, il botta e risposta con chi dovrebbe avere a cuore uno sviluppo sostenibile di una città a vocazione turistica … ma niente da fare, Terracina, in quanto ad organizzazione delle spiagge, rimane preda dell’improvvisazione e del cattivo gusto. Questo video vuole essere un breve sunto ironico delle peripezie che oggi vive una persona che desiderasse trascorrere una giornata al mare senza necessariamente “pagare il dazio” ai privati.

The Wall

0

Apprendiamo la risposta alle nostre osservazioni riportate su un nostro articolo riguardante la gestione della risorsa più importante di Terracina che è il mare, attraverso uno scarno e nebuloso comunicato condito da giudizi, pregiudizi ed insulti che altro non fanno che alzare il solito muro tra le istituzioni ed i cittadini, ignorando totalmente quelle che sono le loro richieste.

…“La polemica sulle spiagge libere dei Cinquestelle è caratterizzata da inesattezze, approssimazione e scarsa conoscenza della realtà”…. esordisce Percoco  e se, il buongiorno si vede dal mattino, questa frase non lascia presagire nulla di buono.

…”. I Cinquestelle confondono le concessioni con le convenzioni, istituti profondamente diversi poiché i secondi afferiscono alle spiagge libere che rimangono tali….”  Bene assessore, e che cosa cambia per un cittadino che per trovare un fazzoletto di spiaggia libera deve arrivare alla “quarta traversa” o addirittura alla “quattordicesima traversa” … Leggi tutto >>

Difendiamo le spiagge dalla privatizzazione selvaggia

0

La spiaggia libera: un antico e nuovo tormentone .

I primi di giugno abbiamo pubblicato un articolo titolato :”Liberiamo le spiagge”, denunciando l’assenza di regole  chiare sul litorale terracinese.

Il nostro intento era ed è quello di porre al centro del dibattito e dell’azione amministrativa comunale il tema della restituzione ai cittadini del godimento delle spiagge e del mare, contro le logiche dello sfruttamento, del saccheggio del demanio e della discutibile legittimità delle concessioni.

 Le spiagge sono un bene comune di appartenenza collettiva

In questi ultimi anni  il numero delle concessioni balneari  è cresciuto in misura esponenziale e il rischio è che,  in assenza di controlli, come avvenuto sino ad oggi, si continui in una corsa ad occupare ogni metro di spiaggia con stabilimenti, tanto da rendere la nostra costa privatizzata, mentre le spiagge sono di tutti. In ballo ci sono  interessi economici, un bacino di voti non indifferente,.grandi profitti Leggi tutto >>

Torna all'inizio