Archivio di Luglio, 2019

Utilizzo dei soffiatori: violato il contratto di servizio

0

Il Meetup Terracina Cinque Stelle, negli ultimi incontri pubblici, si è occupato della questione della pulizia delle strade e nello specifico dell’utilizzo dei soffiatori meccanici da parte degli operatori ecologici.

Questo strumento, non adatto alla pulizia di strade e marciapiedi, sta sollevando non poche obiezioni da parte dei cittadini. Oltre a produrre gas di scarico e un rumore irritante discontinuo e protratto, generano, attraverso un forte getto d’aria nubi di fogliame, mozziconi di sigarette, cartacce, deiezioni canine, escrementi dei roditori, guano di uccelli, sostanze chimiche (tra cui metalli pesanti, pesticidi ed erbicidi) e polveri di qualunque genere, PM10 e PM2,5. Tutte sostanze che si sono depositate sul suolo e che vengono restituite in modo invasivo al respiro di chiunque si trovi, sfortunatamente, a percorrere una strada durante l’attività di pulizia e che spesso arrivano ad invadere anche gli ultimi piani degli edifici, entrando nelle nostre case Leggi tutto >>

Periferie abbandonate: cede la strada ma l’Amministrazione tace

0

Esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B, questo è ciò che penseranno i residenti che abitano in località La Ciana a Terracina.

Da quando ci sono stati dei cedimenti in collina risalenti all’8 Novembre 2016 (quindi parliamo di quasi tre anni fa)a causa delle infiltrazioni di acqua nel terreno dovute alle piogge persistenti,a parte qualche delimitazione “arrangiata” come transenne e barriere para pedonali, nulla è stato fatto per mettere “in sicurezza” la zona interessata.

E mentre l’amministrazione è indaffarata a fare altro, i cittadini disperati continuano a sollecitarla attraverso continue segnalazioni.

Risale infatti a febbraio di quest’anno l’ultima richiesta fatta da parte dei proprietari degli immobili situati nella località la Ciana nei confronti dell’amministrazione terracinese.

Gli stessi hanno segnalato  nello specifico, tre siti della strada che necessitano urgentemente di interventi di manutenzione/restauro.

Una situazione veramente Leggi tutto >>

Asso pigliatutto

0

Procaccini assessore : una leggenda metropolitana o una ennesima manifestazione di satrapia?

La “meravigliosa/miracolosa” voce di corridoio che vuole il giovin dinasta (da rivalutare a questo punto i Frangipane), oltre che a Bruxelles anche nella comoda poltrona assessorile, rimanda a varie ipotesi.

La prima impressione, veramente, ipotesi non è, anzi…il gesto, se vero, fa subito tornare in mente la celeberrima frase del Marchese del Grillo (per altro, del Belli) e qui rivolta ai suoi ex assessori: “Io so io e voi…, oppure, per essere meno grevi: “Io vi ho creato, io vi distruggo…”

Anche se discutibile, il gesto, ribadiamo il “se è vero”, rimanderebbe, come accennato, a varie ipotesi.

La prima, la più ovvia, tenuto conto che la giunta è composta da quattro uomini e tre donne, (Il Consiglio di Stato, richiamando anche l’orientamento espresso con la sentenza n. 4626/2015, osserva che l’art. 1, comma 137, della legge n. 56/2014, a norma del quale “Nelle giunte dei comuni Leggi tutto >>

Una replica decisamente “rattoppata”

0

 La risposta dell’assessore Caringi al nostro articolo sui marciapiedi di via Appia ci sembra tanto una ulteriore “rattoppo” alle mancanze di questa amministrazione.

…”“L’intervento di ripristino eseguito in questi giorni serve unicamente a rendere fruibile e sicuro un marciapiede devastato dalle radici dei pini insistenti sullo stesso marciapiede…”  dice l’assessore, ma siamo proprio sicuri che tale devastazione sia solamente il frutto dell’azione nel tempo delle radici dei pini o piuttosto sia dovuta all’abbandono in cui tale tratto di strada sia stato lasciato per tutti gli anni in cui questa amministrazione ha governato…?

Parlando di Pini in città e dei nostri poveri marciapiedi.

E’ cosa risaputa che la causa che spinge la pianta a far salire le proprie radici in superficie è l’impermeabilizzazione del suolo che non permette il passaggio dell’acqua e dell’ossigeno. Elementi che sono condizione essenziale per il nutrimento e la sopravvivenza della pianta.

E’ Leggi tutto >>

Terracina, come camminare sullo spreco di denaro pubblico

0

Pare che rattoppare malamente i marciapiedi pubblici sia divenuta pratica usuale sotto questa illuminata amministrazione comunale, anche nel caso in cui il rattoppo costi economicamente più di un ripristino intelligente e leda l’immagine della città. Nello specifico, stiamo parlando dei marciapiedi che fiancheggiano l’Appia nel tratto che va dal ponte del Salvatore all’incrocio con via Olmata.

Occorre sapere che nel lontano 1989 furono appaltati i lavori di rifacimento del manto stradale e di costruzione del muro di contenimento lungo l’argine del canale e dei marciapiedi di quel tratto dell’Appia, ingresso alla città per chi proviene da Roma.

Tale progetto fu approvato con atto di consiglio comunale l’ 11/10/1989, per un importo di un miliardo e trecento milioni delle vecchie lire e i lavori ebbero inizio il 24/10 dello stesso anno.

In particolare, per fare i marciapiedi, fu prevista una pavimentazione all’avanguardia per l’epoca, consistente nella messa in Leggi tutto >>

Torna all'inizio