Suonano come una beffa atroce le parole del Sindaco Procaccini, quando, nei suoi post su fb, si autocelebra per aver trascorso la sua notte di ferragosto “.. accanto ai vigili del fuoco, ai volontari della protezione civile, alle persone le cui case venivano minacciate dal fuoco”, e poi: “… avevo altri piani per ieri sera, ma pazienza. Ho voluto io fare il sindaco.” E ancora : “ … Ma a voi tutti, terracinesi e turisti che amate Terracina, voglio dire questo: non diamola vinta a quelle merde che hanno incendiato le nostre montagne”.

Frasi sconcertanti se si considera che proprio lui, quale massimo esponente di questa Amm.ne Comunale e nella figura di  Autorità Comunale di Protezione Civile (art.15, Legge 225/92), è tenuto ad essere presente quale figura istituzionale, fa parte dei suoi doveri di sindaco ed inoltre, cosa assai grave, nulla ha fatto per mobilitare la macchina Comunale per una efficace prevenzione e repressione degli incendi boschivi.

Proprio lui che solo a disastro Leggi tutto >>