12484862_10205714259718762_2809096574737480231_o[1]

Inizia la campagna elettorale dei big della politica terracinese, ed è subito sera!

Nel corso degli anni, durante le campagne elettorali, i politici dei principali partiti hanno sempre utilizzato idee strabilianti per nascondere la loro incapacità di formulare e proporre soluzioni per rimettere seriamente in carreggiata, in senso sociale ed economico, la città.

Quindi andiamo ad accendere i motori dei campionati mondiali di offshore su una zona SIC e ZPS, visto progetti di grattacieli alti come Pisco Montano oppure ipotizzato al posto del quartiere le capanne, megaporti per navi da crociera e via discorrendo.

Sembra infine, che il giubilo di Forza Italia, quest’anno, sarà legato alla funivia per il Tempio di Giove. Dalla stampa si evince che ci sia già il progetto con tanto di studi di fattibilità.

Loro fanno mica bau bau micio micio!!!

E infatti, basta prendere la legge regionale 29/1997 e scoprire che all’art. 8 comma 3 lettera p) vengono elencate le opere vietate all’interno dei monumenti naturali: la realizzazione di nuove opere di mobilità, quali: ferrovie, filovie, impianti a fune, aviosuperfici, nuovi tracciati stradali; E a noi sembra che ad oggi il Monte Sant’angelo e il Tempio siano ancora Monumenti Naturali, a meno che la Commissaria non abbia proceduto all’ennesima variante autoreferenziale….

Aggiungiamo che la zona è interessata da vincoli idrogeologici per i quali la Regione Lazio ha già speso migliaia di euro per la messa in sicurezza e che così, a naso non ci sembra possano accogliere piloni di sollevamento cabine…

Dopo aver ricordato a Proccadini che Monte Sant’Angelo è monumento naturale, ci vediamo costretti a ricordarlo anche a Corraccini.

Magari ogni tanto rispettatela una legge! Potreste scoprire che in fondo non è così brutto.