MINA OCELLA

Leggendo il comunicato ufficiale della Commissaria Ocello , ci si rende conto che non esiste un progetto ben definito, che non si ha nessuna intenzione di fare avvisi pubblici per la gestione ma affidarla a discrezione. Inoltre non si risponde a ciò che abbiamo sollevato e cioè: gli atti e gli accordi passati che fine faranno? Il direttore del museo, nominato dalla politica, verrà sostituito da un vincitore di concorso? Perché si è scelta l’accademia di San Luca (organizzazione privata)? Inoltre il comunicato sembra scritto da un politico navigato che si destreggia tra un’‘infinità di parole senza entrare nel merito. Decine di punti sollevati dal commissario che spaziano dalla “cultura” all’economia alla viabilità. Vuoi vedere che con Palazzo Braschi facciamo bingo? A commissà, i politici almeno partono da una posizione nettamente inferiore rispetto alla sua, abbia più rispetto per lei stessa e per il suo curriculum.