L’Assessore conferma: Tempio di Giove… tutto irregolareIeri 25 Febbraio 2015, la consigliera Gaia Pernarella del M5S Lazio ha depositato un’interrogazione urgente a risposta scritta in merito agli aumenti dei depositi cauzionali da parte dell’A.T.O. 4 per il Lazio Meridionale e al rincaro delle bollette.

In particolare la Pernarella dichiara: “Con questa interrogazione chiediamo a Zingaretti e Refrigeri di essere informati su eventuali iniziative a difesa degli interessi degli utenti del servizio idrico integrato con riferimento all’A.T.O. 4, che hanno visto indebiti aumenti dei depositi cauzionali disposti da Acqualatina S.p.A. con conseguente indebito aumento delle bollette. Acqualatina ha un sistema di fatturazione poco trasparente e si è dotata di una carta dei servizi che, apparentemente, non è a norma di legge. Gli abitanti della provincia di Latina non possono continuare a pagare per aumenti indebiti senza che l’amministrazione intervenga, spero che questo atto sia uno stimolo alla tutela di consumatori esasperati, da parte della Giunta. “

Infatti si legge nell’interrogazione, ai sensi dell’art. 8 della legge regionale n. 26/1998, “A tutela e garanzia degli interessi degli utenti … è istituita la figura del Garante regionale del servizio idrico integrato … Il Garante svolge, in piena autonomia ed indipendenza di giudizio, attività di analisi e valutazione della qualità dei servizi forniti negli ambiti territoriali ottimali, formula proposte ed assume iniziative a tutela e garanzia degli interessi degli utenti ed in particolare … esprime valutazioni in ordine alle problematiche attinenti il servizio idrico integrato su richiesta della Regione, degli enti locali, dei soggetti gestori dei servizi idrici, delle associazioni di tutela degli utenti e dei consumatori … Il Garante opera in stretto raccordo con le strutture regionali …Il Garante ha sede presso l’Assessorato opere, reti di servizi e mobilità … Il Garante è nominato dal Presidente della Giunta regionale…”

Qui il testo dell’interrogazione.