Ormai è tutto un fervore di preparativi, a partire da oggi inizierà la tradizionale settimana in onore della Madonna della Delibera e di San Pio. Momenti di raccoglimento, di meditazione e di festa cui molti Terracinesi e non, ogni anno, intervengono numerosi.

La devozione a Maria ed a S. Pio sono fuori discussione essendo tappe fondamentali delle tradizioni e del culto religioso  terracinese. Quello che invece ci lascia perplessi sono le condizioni in cui versa questo antico luogo di preghiera, ormai così degradato.

Abitualmente, pensando a  Santuari e Monasteri, si immaginano le loro strade di accesso abbellite da piante, alberi, fiori, messi a testimonianza della devozione per il Santo del luogo …. Se invece ci rechiamo al nostro Santuario della Delibera, proveniendo da Via La Neve, ci accorgiamo che, ad accogliere i fedeli e nello specifico i pellegrini, c’è una florida discarica a cielo aperto, che invita tutti coloro che vi transitano a “lasciare un proprio contributo” affinchè la stessa possa arrivare a fare concorrenza alle più famose Borgo Montello o addirittura a Malagrotta.

Noi del 5 stelle segnalammo la questione alla Servizi Industriali, che pur intervenendo celermente ma superficialmente, ci assicurò che avrebbe provveduto ad un intervento definitivo entro la settimana successiva.

Ad oggi, la situazione è rimasta invariata. Anche se la stessa Servizi Industriali, in un comunicato stampa del 4 Settembre 2014, si è vantata degli ottimi risultati raggiunti  con la differenziata sul territorio comunale e dell’ottima informazione fornita alla cittadinanza.

Noi ci domandiamo se per “informare sulla raccolta differenziata” a Terracina si intenda  fare in modo che la spazzatura sia gettata in una strada piuttosto che in un altra, in un terreno piuttosto che in un altro, in un parcheggio … e così via!!!

Anche gli abitanti della zona Delibera hanno  raccolto delle firme e presentato un esposto al Comando dei Vigili Urbani e per conoscenza al Sindaco, quale principale responsabile dell’igiene pubblica… Attendono fiduciosi un risposta…

Nel frattempo però qualcuno, forse un po’ “confuso” dall’ informazione fatta sull’argomento “raccolta differenziata”, ha pensato bene di dare fuoco alla discarica, con le conseguenze che si possono immaginare (fumi tossici – diossine) e portando allo scoperto anche residui di eternit presenti nella discarica stessa. E’ questo quello che ha prodotto l’informazione da parte della Servizi Industriali? E’ questo il modo di gestire l’igiene pubblica da parte del primo Cittadino? Ed infine, se è vero che il grado di civiltà dei cittadini si misura da come essi tengono pulita la loro città; è molto probabile che andremo incontro a periodi di visibile degrado per la nostra Terracina, la cui vocazione turistica  è ormai alla mercè  di persone che si trovano a proprio agio nel gettare impunemente, e in ogni dove, rifiuti di ogni genere, con buona sorte e ringraziamento da parte di mosche, blatte e topi.

image00

image01

image02