10352719_10202983301177655_430244849_n[1]

Così titolava la brochure che pubblicizzava la campagna elettorale alle elezioni amministrative del candidato a sindaco Nicola Procaccini. Era il maggio 2011.

Continuava poi con un “pensa a un grande cambiamento”, “immagina una Terracina diversa”, “sogna una città abitata da gente felice” e per finire “vi chiedo solo un grande atto di fede”.

Caro Nicola, abbiamo provato a pensare per un attimo ad un grande cambiamento, ad una Terracina diversa, ad una città abitata da gente felice e se sei stato eletto, molti cittadini hanno davvero creduto in te. Ma gli stessi cittadini hanno aperto gli occhi e oggi, dopo tre anni della tua amministrazione, che cosa vedono? Un sindaco che ha tradito la loro fiducia. Un sindaco che ha promesso con il solo ed unico obiettivo di occupare una poltrona. Un sindaco che ogni giorno ed in ogni occasione dimostra di essere completamente disinteressato alla propria città.

Caro Nicola, se fossi riuscito almeno in uno dei dodici punti del “tuo programma di mandato”!
Te li vogliamo ricordare, uno per uno.

1 – “i primi 100 giorni: governare l’emergenza”. A distanza di tre anni un concetto è ormai chiaro a tutti: “siamo in dissesto e non ci sono i soldi per fare nulla”. Ormai ci viene ripetuto costantemente da tutti i fronti e pare che l’emergenza ormai sia un elemento costante.

2 – “urbanistica e ambiente”. Parlavi di una città sostenibile…di processo di modernizzazione e vivibilità, di una città a misura d’uomo…
Dobbiamo ricordarti lo slalom al quale tutti i cittadini sono costretti ogni giorno, nel tentativo di evitare le infinite buche che ormai caratterizzano tutte le nostre strade?

3 – “il piano casa”… mutuo sociale… sicurezza degli stabili…
Forse siamo un po’ distratti, ma per favore, vuoi ricordarci cosa hai fatto in merito?

4 – “obiettivo bandiera blu”. Lo definivi un progetto ambizioso che però ritenevi concretamente realizzabile… Nicola, sono trascorsi tre anni e di bandiera blu ancora non si vede nulla!

5 – “misure di sicurezza”. Riguardo a questo ti sei davvero superato! Era, dicevi allora, tra i primissimi interventi che avresti posto in campo. La messa in rete della Marina di Terracina, del Centro storico alto e del tempio di Giove, con un sistema di videosorveglianza, per rendere più sicure le zone di interesse di Terracina. Ma neanche questo hai realizzato!

6 – “cultura del territorio”. Rendere funzionale il Palazzo della Bonifica… pare siano ancora in corso i lavori (ancora non è pronto dopo tre anni!); la chiesa e il convento di San Domenico, quale centro concertistico e l’utilizzo del convento come ostello per la gioventù europea… non pervenuti…

7 – “turismo e cultura”. Città turistica a tutto tondo… Ci pare di aver visto solo beach soccer e offshore… davvero turismo a tutto tondo! Ora certamente con il concorso “balcone fiorito 2014” tutto cambierà!…

8 – “servizi sociali”. “Il primo importante e fondamentale passo che la nuova amministrazione comunale dovrà compiere sarà verso il Terzo Settore”, questo dichiaravi a gran voce! E infatti stiamo tutti apprezzando i risultati che hai raggiunto… Ma quali?

9 – “strutture sportive”. Apprezziamo molto la rivoluzione da te attuata negli impianti sportivi della città, con particolare riferimento al nuovo centro di beach sport capital. Ricordaci però dove lo hai realizzato.

10 – “attività produttive”
Dicevi che l’amministrazione aveva intenzione di riappropriarsi del ruolo che le competeva per favorire lo sviluppo delle imprese economiche, condividere i problemi e individuarne le soluzioni. A tal uopo veramente utile il “business point” da te voluto e creato.

11 – “pesca e agricoltura” E’ davvero lodevole l’attenzione che nel corso di questi tre anni hai dedicato a questi importanti settori. Tutte le innovazioni ed iniziative che hai intrapreso…

12 – “il momento del rilancio”
Forse questo fra tutti è davvero il punto più importante: il rilancio!

Caro Nicola, sono trascorsi tre anni, metti quindi tre candeline sulla tua torta, chiudi gli occhi, pensa ad un grande cambiamento, ad una Terracina diversa, ti chiediamo solo un atto di fede: accetta il tuo fallimento come sindaco e dimettiti! Visto che di quello che hai promesso nulla sei riuscito a realizzare, lasciaci ricominciare da Terracina, ma senza di te! Tanti auguri Nicola.

P.S. L’indecenza con la quale il tuo partito politico sta imbrattando tutta la città in questi giorni “ABUSIVAMENTE”, in quale punto lo vogliamo inserire?

Un Cittadino