volantino centro anziani

Gli attivisti del Meetup 5 stelle hanno invitato gli iscritti del Centro Sociale ad essere “seminatori di Legalità e Trasparenza”, a partire proprio dalla loro realtà associativa. Questi “semi” producono il naturale riconoscimento dei diritti civili e costituzionali del cittadino.

Considerando che l’Amministrazione Comunale: ha il DOVERE di costituire dei Centri per favorire l’integrazione sociale degli anziani; ha il DOVERE di dotarli di strutture adeguate che abbiano caratteristiche previste per legge; ha il DOVERE di provvedere alla spese delle utenze ed eventualmente degli affitti; ha il DOVERE di erogare loro i fondi stanziati appositamente dalla Regione Lazio; ha il DOVERE di vigilare che gli organi rappresentativi di tali Centri siano eletti secondo le normative vigenti ed abbiano la “legittimità” necessaria per gestire i fondi erogati! Doveri dettati dalla legislazione vigente in materia di Servizi Sociali.

La nostra Amministrazione invece NON gli riconosce strutture adeguate: pensiamo alla situazione provvisoria del centro Sociale di via G. Leopardi che perdura da anni; al ridimensionamento eccessivo per quello di Cso A. Garibaldi che è stato privato di un secondo piccolo locale riducendone la capacità di proporre attività socio-ricreative; alla concessione di locali sprovvisti di agibilità sanitaria nel 2011 per cui il Comune è stato anche multato, per quello di Bgo. Hermada. E’ da aggiungere che quest’ultimo, non si sa come e perché, è stato dotato più tardi di una tensostruttura molto ampia, mentre per i primi due Centri continua a risultare molto difficile svolgere le attività previste dal regolamento comunale.

La stessa NON eroga i fondi stanziati dalla Regione. Nel 2008 un comunicato stampa comunale annunciava uno stanziamento regionale di 42.000,00 euro; nel febbraio del 2013 i Centri Sociali ricevevano, finalmente, euro 45.464,01 relativi all’anno 2009 (anno di nascita dell’Azienda Speciale a cui da allora ne è stata affidata la gestione e che segna evidentemente “l’inizio della fine”) da ripartire in base al numero degli iscritti. Dalla documentazione prodotta dalla Regione Lazio risultano stanziati i seguenti importi: euro 42.304,00 nel 2008 ed euro 45.464,01 nel 2009, quali contributi erogati direttamente al Comune; euro 33.076,13 nel 2012 ed euro 76.645,87 nel 2013 erogati complessivamente al Distretto socio-sanitario di cui Fondi è il Comune capofila e il cui ambito territoriale comprende i Comuni di Terracina, San Felice Circeo, Sperlonga, Lenola, Monte San Biagio e Campodimele. Le ultime due annualità, chiaramente non sono mai pervenute ai nostri Centri Sociali per anziani.

Sempre la nostra trasparente e coerente Amministrazione comunale NON provvede, a partire dal suo insediamento, a vigilare e garantire la legalità della gestione e del coordinamento interno di tali centri. Il regolamento comunale prevede che le relative Assemblee eleggano i propri Organi di Gestione, secondo modalità disciplinate dallo stesso: la data per le operazioni di voto per l’elezione del Comitato deve essere fissata dal Comune entro i 30 gg. successivi alla scadenza di quello in carica, il giorno stabilito deve essere comunicato mediante avviso pubblico affisso nel territorio comunale almeno 30 gg.

Prima dell’espletamento delle votazioni. I nominativi dei candidati affissi per 15 gg., il voto deve essere segreto e il Presidente del seggio deve obbligatoriamente essere un impiegato comunale del Servizio Sociale. Inoltre è prevista la presa d’atto ufficiale, da parte del Consiglio Comunale, dell’elezione dei suddetti organi, che rimarranno in carica per tre anni.

Nel 2009, la Delibera Comunale n°46 del 09 aprile prendeva atto “della costituzione del Comitato di Gestione e del Collegio di Garanzia” di tutti e tre i Centri Sociali. Nel 2011, anno del previsto rinnovo, con la Delibera Comunale n°145 del 28 dicembre, si prendeva atto “che le operazioni di voto, per le elezioni degli organi previsti, si sono svolte nel rispetto di quanto stabilito dal suddetto regolamento , nel seguente giorno: 16 Novembre 2011, presso il Centro Sociale di Corso Anita Garibaldi.” Per farla breve, in via Leopardi e a Borgo Hermada non risultano esserci stati i rinnovi necessari e solo recentemente è stato commissariato il primo per le irregolarità denunciate.

Ci si chiede: come mai questa differenza di trattamento tra i diversi Centri Sociali? Dove finiscono i fondi regionali stanziati dalla Regione Lazio? E quando finalmente sembrano riemergere dal nulla, vengono erogati e gestiti legittimamente? Perché, anche se in ritardo, a quello del Borgo è stato risparmiato il commissariamento? E quali gli interessi politici, a partire dalla campagna elettorale del 2011? Chi beneficia di tutto ciò? I nostri genitori e i nostri nonni ? Non lo crediamo!!!

Per questo motivo i grillini hanno portato loro “la conoscenza” dei fatti reali, per permettergli di riappropriarsi dei propri diritti. Diversamente, quando ci si “fida” e ci si “affida” al politico di turno si raccolgono privilegio, clientelismo e “inciucio”. Semi geneticamente modificati che possono produrre solo ricattabilità, atti illeciti ed arrivismo politico.

GDL Salute e Servizi Sociali 

Meetup Terracina 5 Stelle

Riferimenti :
DELIBERAZIONE CONSILIARE N°63 DEL 17.10.2005
Determinazione D1413-2008l
Nota protocollare n° 0006474 del 05.11.2009 Regione Lazio
Determinazione n. B06781 del 27 settembre 2012.
Determinazione G01255 del 29.10.2013

G