Abbiamo scelto il piazzale dell’ex autolinee come punto di ritrovo per la partenza del nostro tour in bici.

Ci troviamo praticamente all’ingresso nord di Terracina. Ci guardiamo intorno… una meraviglia. Sporcizia e cartacce dappertutto: tra le rastrelliere porta-bici, nelle aiuole, a terra. Il marciapiede tutto rotto. La fontanella inaridita. Sulla strada ci sono delle strutture di metallo e delle transenne con la scritta “Comune di Terracina”, parcheggiate lì ormai da mesi. Saranno pronte all’uso per il prossimo evento, forse….. Sulle panchine ci sono dei cartoni. Sotto le panchine ci sono delle bottiglie di birra. Non parliamo poi di quello che rimane della sbiadita pista ciclabile.

Ci trasferiamo di pochi metri, in Via Ponte Rosso all’altezza del civico 1.
Lo spettacolo che si presenta ai nostri occhi è veramente vergognoso. Un cartello posto lì accanto indica che ci troviamo in una parte di un percorso turistico, così decidiamo di fare qualche foto.

Pensare che esattamente in questo punto transitano ogni giorno centinaia di studenti. Che esempio di civiltà! Rifiuti di ogni genere, sporcizia, erbacce, plastica e rottami.

Tappa successiva è il parcheggio di Via Stella Polare. Anche qui la pulizia lascia a desiderare. Squallidi servizi igienici ormai ridotti a deposito di rifiuti.

L’area destinata al parcheggio a pagamento (quella delimitata dalle strisce blu), è completamente deserta, mentre quella di fronte è occupata da una cinquantina di camper.
Si avvicina un gruppo di camperisti interessati a noi e ne scaturisce un bel momento di confronto e di scambio di idee ed informazioni.

Potete vedere tutte le foto che abbiamo fatto qui e qui.

Gruppo Cultura, Turismo, Sport e Politiche Giovanili