Continua la nostra opera di monitoraggio sul servizio "Decoro Urbano" a Terracina e ahimé ancora una volta ci vediamo costretti a segnalare l'inadempienza dell'ammistrazione pubblica.

Ricapitoliamo!

Agli inizi dello scorso Luglio, Il Movimento 5 stelle di Terracina si  fa portavoce in comune dell'idea di alcuni cittadini e propone all''amministrazione il social network "Decoro Urbano". Tale  strumento  invita attivamente la cittadinanza a  segnalare situazioni di degrado urbano che arrivano direttamente agli uffici competenti. Una volta ricevuta la segnalazione,  l'amministrazione  si impegna quindi  ad intervenire e risolvere i problemi indicati. Il Sindaco  accetta di occuparsi della questione….

Prepariamo anche una mozione consiliare sottoscritta da un consigliere d'opposizione,  ma la proposta viene in fine approvata con  un decreto di giunta.  Così, nel giro di qualche giorno abbiamo  il piacere di vedere il nostro comune attivo nel circuito online delle segnalazioni.

In questo successivo articolo di inizio settembre denunciamo l'immobilità dell'amministrazione davanti alle segnalazioni dei cittadini.

E dopo? Cosa  succede?

Poco dopo il nostro articolo di settembre improvvisamente compaiono 31 segnalazioni risolte su 100. Bene penserete voi, l'ammistrazione ha raccolto le proteste dei cittadini e si è finalmente attivata.

La realtà purtroppo è un'altra.

Controllando scopriamo che la maggior parte delle segnalazioni "risolte", è di poca importanza, mentre quelle piu' gravi rimangono tristemente ancora da rimuovere. La nostra seconda visita alle discariche abusive di Campo Soriano ne fornisce una triste testimonianza….

Per giunta, trascorsi ormai  3 mesi da quell'articolo, niente si è piu mosso.

In pratica, in risposta alle sollecitazioni degli abitanti, il comune ha dato il contentino "tanto pe fa vedé" e poi più nulla.

La prima conseguenza a questo atteggiamento è stata una logica diminuzione anche delle segnalazioni… perché infatti un cittadino dovrebbe attivarsi nel segnalare degrado se poi l'amministrazione non muove un dito?.

Dalla giunta neanche una parola in merito alla questione, sembra che qualcuno, dopo aver sbandierato più volte la parola  "trasparenza" come un vanto da prefiggersi, sia ormai intento a perseguire solo il senso più letterale del termine, sono infatti talmenti trasparenti che non si vedono né si sentono.

Forse speravano che dopo il contentino… la questione finisse nel dimenticatoio.

E intanto viene attivata la pagina Facebook uffciale del comune a dimostrazione che l'amministrazione sia veramente 2.0. Secondo voi quanto ci metterano ad abbandonarla a se stessa?

Meditate gente meditate…e dopo  averlo fatto, mandiamoli a casa!