E' durata tre giorni, è stata dura ma abbiamo raggiunto l'obiettivo prefissato. Presenti all' Area Chezzi il 17, 18 e 19 agosto, abbiamo trasformato un parco solitamente abbandonato in un concentrato di arte, musica, cultura e divertimento.

L'avventura ha  inizio venerdì 17, ma nonostante la data degna di un film horror, ed i vari ritardi accumulati a causa del numero forse un po' esiguo degli attivisti,  partiamo alla grande. Alle 18 il parco è pieno, i bambini entusiasti  scorrazzano felici e un gran numero di persone   affolla l'area. Subito il gazzebo dedicato alle attività informative del movimento 5 stelle, viene lasciato un po'  a se stesso, ma presto viene rianimato da attivisti dei meetup provenienti da altre città, si scambiano opinioni, consigli, esperienze; è l'occasione giusta per conoscersi.

Presto arriva l'ora di cena e lo stand Eco-Gastronomico  cattura l'attenzione dei presenti. Quale modo migliore per invitare alla riduzione ed al riutilizzo e di conseguenza a una gestione che sia eco-compatibile, se non prendendo i cittadini per la gola? Ci sono sì i soliti panini, ma le carni e le verdure sono rigorosamente di produzione locale e la plastica completamente eliminata e sostituita da materiale compostabile. Le bibite vengono servite in bicchieri in PLA , il messaggio lanciato è forte e chiaro: riutilizzare i materiali per la diminuzione alla fonte del volume dei rifiuti prodotti e quale miglior strategia per sensibilizzare se non applicare  un piccolo sconto sulla bibita qualora venga riutilizzato lo stesso bicchiere? Chi  chiedeva acqua in bottiglia,  veniva indirizzato verso la fontanella pubblica. Inoltre, come lo scorso anno, si poteva acquistare l'UBUNTU COLA e non bibite prodotte da multinazionali con dubbia moralità. La politica non si fa solo occupando una poltrona, si può fare anche con le piccole azioni di tutti i giorni, anche vendendo un panino e una bibita  per finanziare una festa.

E' vero, le chiacchiere sono state poche (e meno male), ma di qualità. Subito dopo essersi rifocillati, i presenti alla festa hanno assistito ad una presentazione, curata dal nostro amico GIAN BO del Movimento 5 Stelle di Latina, che ha spiegato nei dettagli il funzionamento del Movimento, utile sia per noi attivisti che per chi ancora ci considera uguali agli altri. Presentazione seguita da un breve, ma caloroso dibattito che ha coinvolto i presenti.

Finalmente arriviamo alla prima serata, durante la quale si  esibisce Fabrizio Giannini, comico romano che ci ha fatto certo ridere, ma anche riflettere e ragionare con il suo spettacolo "Non si butta via niente". L'artista alternando battute, video e gioco  ha raccontato la meravigliosa storia della raccolta differenziata.

Ma il nostro primo giorno di festa non finisce qui! Ben due band dopo lo spettacolo ci tengono compagnia fino alla chiusura della prima giornata di festa.

Il secondo giorno continua ad emozionarci come  il precedente. Durante la conferenza vengono approfondite le tematiche ambientali: cosa può fare la pubblica amministrazione per l'ambiente? Ad illustrarcelo  interviene il nostro amico Adamo. Poi la serata  continua in musica… infatti quale modo migliore di promuovere il nostro pogetto per un Eco Parco della Musica se non facendo esibire  gruppi locali che si alternano nello spazio del teatro?

Durante la serata riceviamo la visita delle forze dell'ordine mediamente ogni due ore (carabinieri, vigili urbani, polizia) che accertato il corretto svolgimento della serata e la regolarità delle nostre autorizzazioni augurano a tutti un buon proseguimento. Non ci risulta che in nessuna altra manifestazione sia avvenuto un accanimento simile. Ma sembra che a noi tocchi distinguerci anche in questo.

Il terzo giorno, è certo quello che per emozioni ha avuto  il  maggior impatto. Il Corpo Bandistico città di Terracina  regala una performance emozionante, offrendoci l'occasione di immaginare il parco che realmente vorremmo. Successuvamente è stato priettato il video "La Quinta Mafia" in presenza dei rappresentanti dell' "Associazione Cittadini Contro le Mafie". Anche l'ultimo giorno è terminato con la musica di band locali e ritmi jazz.

Come promesso pubblichiamo totalmente tutte le voci del bilancio ed un prospetto riassuntivo (vedi sotto), putroppo ci abbiamo rimesso qualche spicciolo che autofinanzieremo, ma  certo  abbiamo guadagnato tantissimo in felicità!!!

Se qualcuno volesse aiutarci a coprire il disavanzo, può farlo acquistando  una maglietta del MoVimento oppure lattine di Ubuntu Cola rimaste invendute. Cotattateci oppure veniteci a trovare al prossimo Meetup.

Descrizione Uscite Entrate
Avanzo di cassa prima della festa   € 115,00
Spese per stand eco-gastronomico € 1759,19  
Incasso stand eco-gastronomico  

€ 2270,98

(SCEC 9)

Spese Pubblicità € 86,58  
Autofinanziamento – Donazioni – Gadjet   € 872,14
Tasse € 575,09  
Spettacoli € 1200,00  
Spese Varie € 9,60  
Totale € 3.630,46
€ 3.258,12
SALDO FINALE
 

– € 372,34

( + SCEC 9)