Al Sig. Sindaco del Comune di Terracina
Dott. Nicola Procaccini

A seguito dell’elaborazione di un progetto che prenda in considerazione la completa riqualificazione dei parchi nella direzione dell’eco-sostenibilità,  lo scorso anno, attraverso una petizione, noi cittadini Le abbiamo chiesto di provvedere ai servizi essenziali di custodia, pulizia e cura del verde nel parco pubblico denominato “Area Chezzi”,  ritenendo questo un elemento fondamentale per lo svolgimento di qualsiasi attività all’interno del parco. Abbiamo poi constatato che in parte c’è stato un  impegno positivo da parte dell’Amministrazione per la soluzione di queste problematiche.

Spesso però, non ci si accorge dell’importanza delle realtà culturali presenti nella nostra città e del fatto che, promuovendo attività gratuite di alto livello e lavorando su più fronti, si può offrire a tutta la cittadinanza dei servizi di qualità.

Gli indirizzi pertanto possono essere  tra i più diversi così come differenti sono le esigenze dei cittadini di una società multiculturale in cui sono presenti compagnie teatrali e associazioni che salvaguardano il dialetto e la cultura popolare, che si occupano di promuovere la cultura enogastronomica, che sono attente alla condivisione sociale e che potrebbero proporre anche gruppi di lettura, ascolto e quant’’altro. Senza dimenticare poi la possibilità di valorizzare quelle realtà artistiche che ben rispecchiano il passato storico del nostro territorio.

Convinti del fatto che solo la cultura e l’arte possano migliorare ed aumentare una sana coesione sociale, invitiamo codesta Amministrazione ad impegnarsi nel progetto “Eco-parco della musica e dell’arte Amilcare Chezzi” che prevede come obiettivo il coinvolgimento degli artisti terracinesi.

Con entusiasmo e determinazione oggi Le chiediamo di adoperarSi affinché tutte le associazioni artistiche e culturali, degli artisti di strada o singoli cittadini, possano, in un futuro prossimo, utilizzare gratuitamente il parco “Area Chezzi” per l’esercizio delle proprie attività culturali e che tali attività, non aventi fini lucrativi, vengano costantemente patrocinate da codesta Amministrazione.

In attesa di riscontro, Le porgiamo

Distinti Saluti