Video proiettato alla “Festa a 5 Stelle” Terracina 19-08-2012

Di Antonio Turri – Associazione “I Cittadini contro le Mafie”

Un mix complesso e variegato di mafie tradizionali, colletti bianchi e delinquenti locali. Boss in grado di reinvestire il denaro di Cosa nostra, camorra e ’ndrangheta. Nel Lazio si è radicata una ”quinta mafia”o mafia da contaminazione, pronta a trasformarsi da soggetto dell’anti-stato a soggetto collaborante, grazie a figure deviate della economia e della classe dirigente.

Nessuno sembra crederlo, ma alcuni tra gli emergenti signori delle mafie, che abbondano di denaro, reinvestendo nel ciclo del cemento, nella gestione illegale dei rifiuti o in altre redditizie attività economiche, formalmente legali, è gente de noantri. Costoro stabiliscono se impegnarsi direttamente o farsi rappresentare nelle amministrazioni comunali, provinciali, nella Regione, nel Parlamento e nei luoghi dove si decide il destino dei più.

Tutti presenti nella Capitale. Puoi notare i Leggi tutto >>