L'Azienda di specialisti risponde alla nostra denuncia, e lo fa per mezzo della "direttora" la D.ssa Carla Amici. Ma chi è costei? Ci risulta che oltre ad essere l'amministratore dell'ente strumentale del comune di Terracina e a ricoprire il medesimo ruolo presso la multiservizi del comune di Aprilia, è anche Sindaco del PD di Roccagorga.

Ricordiamo che la superdirettora gestisce anche uno studio di commercialisti che si occupa tra l'altro della gestione delle buste paga dell'ente di Terracina… Praticamente ha un triplo incarico pubblico, e un incarico privato per mezzo del quale intreccia rapporti di lavoro con gli stessi enti pubblici di cui è amministratore… Ci domandiamo, sarà forse conflitto di interessi?!?! Una cosa è certa ci troviamo d'avanti ad una grandissima specialista nella collezione di poltrone.

Risulta anche che ha un procedimento in corso per l'accusa di evasione fiscale presso la multiservizi di Aprilia con l'accusa di non aver versato l'IVA per un ammontare pari a 23 milioni di euro.

A parte questa breve presentazione, siamo comunque felici di aver ottenuto quantomeno la rimozione di ciò che rimaneva delle strutture pubbliche abbandonate presso il piazzale antistante il santuario della Delibera, avvenuta pochi giorni dopo la nostra denuncia. E siamo anche lieti di aver trovato il modo giusto di dialogare con le istituzioni avere risposte chiare e pronte alle nostre domande.

Ringraziamo la direttora per la lettera ricevuta (che pubblichiamo di seguito) e rinnoviamo il nostro impegno nell'accortezza e nella cura che metteremo nella valorizazione dei beni pubblici.

Azzarderemo anche un consiglio per i collaboratori della Amici, perchè non portate con voi le mollichine di pane come pollicino, per distribuirle lungo il percorso ogni volta che vengono tirate fuori le attrezzature così da ricordare la strada del ritorno?

A parte tutto, la nostra considerazione è che un'azienda che gestisce così tante mansioni, dovrebbe avere le capacità di risolvere i problemi legati ad un palco e a delle sedie, senza rimbalzare le responsabilità al comune, visto e considerato che di quell'ente è parte integrante, insomma ci sentiamo un po' presi in giro da una risposta come questa.
Se l'azienda di specialisti non ha la capacità di adempire al contratto che ha sottoscritto, cosa esiste a fare?!? Chiudiamola!!!

Di seguito la risposta alla nostra denuncia.

Abbiamo ricevuto in data 05.10.2011 la Vs denuncia acquisita al prot. n. 0007507 con la quale si evidenzia con supporto di foto, l'abbandono di attrezzature pubbliche.

Nel ringraziarVi per l'accortezza e la cura che ogni cittadino deve mettere nella valorizzazione dei beni pubblici, si evidenzia che questa Azienda incaricata dall'amministrazione di predisporre quanto necessario per la manifestazione patronale della Madonna della Delibera del 7 e 9 settembre 2011, dopo ripetuti solleciti da parte dei nostri operatori, sulla necessità di individuare la sede opportuna per il deposito delle attezzature stesse, in data 23/09/2011 con nota al prot. n. 0000251 ha evidenziato al Responsabile del Dipartimento LL.PP. Reti e Servizi, l'urgenza di avere disposizioni in merito. considerato che l' "Area Bertani" non poteva essere utilizzata come deposito, declinando ogni responsabilità fino a precise decisioni di loro competenza.

Distinti saluti

Il Direttore

D.ssa Carla Amici