In tempo di dissesto finanziario, continua lo sperpero di risorse da parte degli enti pubblici comunali. Come potete vedere dalle foto, le attrezzature pubbliche utilizzate durante la "festa della delibera" svoltasi dal 7 al 9 settembre risultano abbandonate e oggetto di vandalismo.

Abbiamo accertato mediante documentazione fotografica che in data 13 settembre il palco risultava ancora montato, le sedie completamente incustodite sul piazzale antistante il santuario della Madonna della Delibera (vedi foto notturne) alla mercè di tutti compresi vandali.

La situazione il giorno 21 di settembre è ancora peggiorata, in quanto il palco risultava ancora montato sul piazzale e, come dimostrano le foto allegate, veniva smontato ed abbandonato creando, oltre alla possibilità di furto e danneggiamento dello stesso, un elevato rischio di incolumità dei fruitori del piazzale quali: autovetture, bambini, adulti in transito a piedi o in bicicletta.

Ma chi è il responsabile di questa attrezzatura, che lo ricordiamo è pubblica, quindi dei cittadini?!? Scopriamo che il servizio di "montaggio e smontaggio palchi" è affidato proprio alla solita azienda di specialisti: ovvero l'Azienda Speciale Terracina (vedi qui). Proprio così, proprio l'azieda che paga lo stipendio a ben 51 dipendenti, ovviamente con le nostre tasse.

Chiediamo dunque che vengano accertati i responsabili che vengano obbligati all'immediata rimozione delle strutture e a custodirle garantendo la massima cura delle stesse perchè di proprietà di tutti i cittadini.

Chiediamo di accertare chi sia il responsabile della sicurezza dell'evento "FESTA DELLA MADONNA DELLA DELIBERA" e chi sia il responsabile della sicurezza dell'Azienda Speciale e/o del Comune competenti, verificare eventuali responsabilità e procedere, nel rispetto del T.U. sicurezza n.81/2008.

Chiediamo di accertare eventuali danni erariali e procedere ad avviare tutte le iniziative di carattere penale e/o civile previste dalla normativa vigente per la punizione dei responsabili ed il recupero delle eventuali somme perse dal Comune di Terracina a causa di comportamenti inaccettabili e totalmente da condannare con determinazione.

Pertanto abbiamo sporto denuncia alle autorità competenti, denuncia che è possibile leggere integralmente cliccando sul seguente link.