Lo stato di abbandono ed incuria in cui già da tempo versano i parchi pubblici della nostra città e la completa mancanza dei servizi ordinari da parte degli enti ad essi preposti, ha avuto come risultato l’ allontanamento forzato da parte dei loro legittimi fruitori: i cittadini.

Per la sua centralità, l’importanza storica e culturale, per l’aspetto urbanistico, l’interesse ambientale e soprattutto per la valenza turistica, il “MoVimento Cinque Stelle” ha deciso di adottare simbolicamente il parco pubblico Area Chezzi e arrestare così il processo di degrado in cui si trova.
Durante l’evento “Parco Pulito” organizzato dal moVimento presso l’Area Chezzi abbiamo potuto raccogliere la testimonianza dei cittadini che abitano nella zona, della mamme che timidamente accompagnano lì i bambini e di tutti coloro che abitualmente lo attraversano. La loro agghiacciante testimonianza denuncia la mancanza di sicurezza all’interno del parco, le cattive condizioni igienico sanitarie, gli schiamazzi dovuti a coloro che giorno e notte vi bivaccano compiendo alle volte atti osceni ed episodi vandalici di cui da tempo si trovano ad essere inermi spettatori.

Alla luce di ciò il moVimento chiede innanzitutto agli organi preposti il ripristino dei servizi ordinari di base quali la guardianìa, la cura del verde, la pulizia e soprattutto la messa in sicurezza del parco.

I nostri intenti non si fermano qui. Garantiti i servizi essenziali il moVimento si propone di rivalorizzare il parco mediante l’utilizzo di tecnologie eco-sostenibili. A tale proposito è in fase di elaborazione un progetto tecnico finalizzato alla creazione dell’ “Eco-parco Area Chezzi”.
Tale obiettivo prevede:
l’utilizzo dell’energia fotovoltaica per l’ approvvigionamento del sistema elettrico necessario al funzionamento degli impianti di irrigazione ed illuminazione;
il ripristino dell’impianto idrico per l’irrigazione e per la rinascita del laghetto;
un impianto di illuminazione che porti alla riduzione dell’ inquinamento da luci;
la valorizzazione dei reperti archeologici presenti nel parco.

Il MoVimento ha come obiettivo primario la sensibilizzazione alle problematiche della città ed il coinvolgimento attivo della cittadinanza nella gestione della cosa pubblica, soprattutto laddove l’amministrazione pubblica risulta carente. E’ per questo che chiede ai cittadini di intervenire ai propri meetup on-line, ai meetup fisici che si svolgeranno perlopiù all’interno del parco ed di collaborare con i propri mezzi allo sviluppo della città.

Il moVimento, coerente con l’ideale di ridurre al minimo la spesa pubblica, provvederà a recuperare le risorse finanziarie necessarie attraverso iniziative di autofinanziamento, cercando di proporre attività sociali e culturali volte a creare una consapevolezza ecologica, artistica e civica all’interno del parco.

[Gruppo di coordinamento]